EVENT-ONE 2020

Giunto alla sua quinta edizione, il festival de “L’Osteria Volante” è un appuntamento da non perdere: quest’anno nel format del cineforum, in perfetto stile L’Osteria Volante: gratis, per il bene comune… rum e formaggio compresi!

Eventone5, in particolare, attraverso l’arte del cinema, ci guida alla ricerca di alternative al modello economico dominante (già tema di Eventone1), che basato sull’estrazione lineare di risorse, trasformate prodotte e vendute lungo filiere globalizzate a beneficio dei profitti di poche grandi multinazionali, genera impatti drammatici e spesso irreversibili sull’ambiente e la biodiversità, sulle persone e le comunità, sui diritti umani.

Infatti, di festival in festival (da Eventone a Eventonen),  ci siamo accorti che crisi economica, crisi ambientale e crisi sociale sono tre dimensioni dello stesso problema: il modello di “sviluppo”.

Le ragioni per le quali un luogo viene inquinato richiedono un’analisi del funzionamento della società, della sua economia, del suo comportamento, dei suoi modi di comprendere la realtà. Data l’ampiezza dei cambiamenti, non è più possibile trovare una risposta specifica e indipendente per ogni singola parte del problema. È fondamentale cercare soluzioni integrali, che considerino le interazioni dei sistemi naturali tra loro e con i sistemi sociali” (Papa Francesco).

Abbiamo così scelto di affrontare il tema delle “alternative allo sviluppo” non più in modo settoriale, bensì “a tutto tondo”, attraverso il cinema, plurale e non mainstream. Vorremmo così cercare di mettere ordine a relazioni di causa-effetto, e tracciare un possibile percorso, per “andare oltre”, magari solo con le emozioni e l’immaginazione che il cinema può suscitare.

I primi due film espongono la crisi economica, il terzo introduce la dimensione sociale e ambientale, il quarto approfondisce la questione ambientali, il quinto i diritti umani, e infine il sesto traccia possibili percorsi non già di speranza per un modello alternativo, bensì di concrete realtà. Il settimo, che non c’è in programmazione, è la realtà che ciascuno di noi costruirà davanti a sè dopo aver visto il progetto Eventone5. Alla fine del ciclo di incontri scopriremo che un’alternativa…

Programmazione eventi

Quando: martedi, ore 20:30

Dove: all’aperto (t.b.c.).

Come: ogni film è presentato e successivamente discusso con i partecipanti da un qualificato esperto nella problematica trattata.

#1 | Modello economico (*)

Film: L’Economia della Felicità (2011, tit. orig.: The Economics of Happiness) di Helena Norberg-Hodge, Steven Gorelick, John Page. Con Vandana Shiva, Helena Norberg-Hodge, Pracha Hutanuwatr, Jan Barham, Ronald Colman (II). Durata: 67 min.

Presenta: prof. Arrigo Opocher, economista (Università degli studi di Padova).

#2 | Modello economico (*)

Film: The Devil we Know (2018), in lingua orginale con sottotitoli in italiano, di Stephanie Soechtig. Durata 88 minuti.

Presenta: Alberto Peruffo, autore di “Non torneranno i prati”; Comitato PFAS.Land; Francesco Bertola, medico Isde.

#3 | Impatto socio-ambientale

Film: Un mondo fragile (2015, tit. orig. La tierra y la sombra), di César Augusto Acevedo. Con Haimer Leal, Hilda Ruiz, Marleyda Soto, Edison Raigosa, José Felipe Cárdenas. Durata 97 minuti.

Presenta: Daniele Codato, geografo (Università degli studi di Padova).

#4 | Impatto sociale

Film: Behemoth (2015. tit. org. Titolo originale: Bei xi mo shou), di Liang Zhao. Durata 95 min.

Presenta: Lin Han, Ph.d in Human Rights, Society and multi-level governance (Università degli studi di Padova).

 #5 | Impatto ambientale

Film: Atropocene – L’epoca umana (2018. tit. orig. Anthropocene), di Jennifer Baichwal, Edward Burtynsky, Nicholas de Pencier. Con Alicia Vikander. Durata 87 minuti.

Presenta: Matteo Mascia, Fondazione Lanza.

#6 | Alternative (*)

Film: Domani (2015, tit. orig. Demain), di Cyril Dion, Mélanie Laurent, con Cyril Dion, Mélanie Laurent, Pierre Rabhi, Rob Hopkins.

Presenta: Marco Piccolo, presidente Fondazione Finanza Etica.


Festival co-finanziato da Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo (bando “Eventi culturali 2020“) e dal progetto di educazione finanziaria promosso dalla Regione del Veneto (*).